I cristalli di sicurezza antinfortunistici devono necessariamente essere installati in ogni situazione in cui esiste il rischio che possano causare lesioni a persone, in caso di rottura accidentale della superficie del vetro stesso.

cristali di sicurezza stratificati antinfortunistici.JPGvetri antinfortunistici.jpgcristalli si sicurezza antinf.jpg
La necessità di utilizzare vetri di sicurezza antinfortunistici è sancita per legge, secondo normative di ordine nazionale che ne regolamentano l'impiego. Tuttavia è consigliabile valutare l’installazione di cristalli di sicurezza antinfortunistici anche al di là delle disposizioni di legge e in ambienti privati, al fine di proteggere i propri cari e i propri beni non solo da tentativi di intrusione indesiderata, ma anche dai potenziali pericoli insiti nella scelta di una tipologia di vetro non conforme alle più basilari prescrizioni in materia di sicurezza.La necessità di proteggere persone e cose in caso di rottura di una vetrata rappresenta la ragion d’essere primaria del vetro di sicurezza stratificato che non minaccia la sicurezza di cose e persone situate nei paraggi: in caso di rottura accidentale del vetro, infatti, i frammenti di vetro rimangono ben aderenti al materiale plastico (PVB) inserito tra le due lastre per mantenerle solidali, prevenendo eventuali incidenti o infortuni.  Tale caratteristica, che corrisponde a elevati livelli di sicurezza passiva, permette di considerare il vetro stratificato un eccellente elemento di sicurezza antinfortunistica, in quanto è in grado di prevenire efficacemente danni a cose e/o persone.Le caratteristiche di resistenza allo sfondamento del vetro stratificato antinfortunistico variano in funzione del numero e dello spessore delle lastre di vetro e dei fogli di leganti in PVB: aumentando numero di lastre e spessori, naturalmente aumentano anche le capacità di resistenza a tentativi di sfondamento e intrusione o alla rottura della lastra di vetro. La classificazione dei vetri di sicurezza antinfortunistici viene effettuata in base alla norma UNI9186, che suddivide i cristalli di sicurezza in tre classi di resistenza.
I vetri di sicurezza stratificati sono detti anche accoppiati e costituiscono un eccellente dispositivo antinfortunistico, che può essere impiegato anche in qualità di vetri anticaduta: come si è visto, infatti, i vetri stratificati sono costituiti da due lastre di vetro mantenute solidali tra di loro tramite una pellicola resistente allo strappo che, in caso di frattura, mantiene fermi e legati tra loro tutti i frammenti di vetro, prevenendo possibili lesioni. Ma sono considerati antinfortunistici anche vetri di sicurezza temprati, che si distinguono per l'alta resistenza meccanica, alla flessione alloshock termico e, in caso di rottura, si frantumano in minuscoli frammenti smussati che riducono notevolmente il rischio di lesioni causati dal vetro.I vetri di sicurezza antinfortunistici trovano collocazione in ambienti residenziali o lavorativi, per la realizzazione di vetrate a tutta altezza, parapetti, uscite di emergenza, teche di musei, vetrate interne di banche e uffici, pareti di sicurezza, vetrine di negozi, verande, vetrate per vani scale, scale in vetro, box doccia, pareti trasparenti fisse o scorrevoli, facciate continue, pavimentazioni, serramenti con ante scorrevoli e porte automatiche. È inoltre necessario utilizzare vetri di sicurezza antinfortunistici in tutti luoghi di lavoro gli edifici pubblici nella realizzazione di elementi di arredo urbano, all’interno di attività commerciali o palazzetti sportivi, in banche o negozi, all’entrata di edifici pubblici, sia in presenza di porte scorrevoli che in caso di porte girevoli e per la realizzazione di tutti gli elementi vetrosi a contatto con il pubblico e caratterizzati da elevata frequenza di passaggioLa Vetreria Re, attiva sin dal 1989 nella progettazione e realizzazione di cristalli di sicurezza antinfortunistici, è in grado di fornire a ciascun cliente la tipologia di vetro più indicato per massimizzare la protezione degli edifici rispetto a tentativi di intrusione indesiderati e la sicurezza delle persone in caso di rottura accidentale del vetro stesso. La sicurezza passiva offerta da questo tipo di cristalli rende i vetri antinfortunistici adatti ad essere installati in qualsiasi genere di ambiente pubblico e/o privato, rappresentando il materiale ideale per la realizzazione di elementi architettonici sicuri e dal design di sicuro impatto.