Essenziali per una efficace protezione antincendio all’interno di edifici residenziali o lavorativi, le vetrate tagliafuoco o parafiamma consentono di coniugare efficacemente esigenze estetiche e di sicurezza. Anche in ambienti particolarmente soggetti a rischio di incendio, infatti, difficilmente si può prescindere completamente dall’uso del vetro per la realizzazione di finestre e vetrate che consentano l’ingresso della luce e rendano meno opprimenti anche gli ambienti più scuri. Tuttavia, se non adeguatamente trattato per massimizzare le sue caratteristiche antincendio, il vetro non possiede, di suo, la capacità di impedire il propagarsi delle fiamme.

 

La trasparenza del vetro, che consente il passaggio del calore per irraggiamento diretto, potrebbe infatti causare notevoli aumenti di temperatura negli ambienti vicini e una più rapida propagazione delle fiamme nel caso in cui siano presenti altri materiali combustibili che potrebbero essere portati a raggiungere la temperatura di autoaccensione; inoltre, le fiamme causano la rottura delle lastre di vetro, che tenderanno a fuoriuscire dalla sede una volta raggiunta la temperatura di rammollimento e renderanno più difficile l'evacuazione dei locali e lo spegnimento dell'incendio a causa del maggior calore.

Per coniugare alle esigenze estetiche una efficace protezione antincendio,la VetreriaRepropone vetrate tagliafuoco ideali per la realizzazione di infissi, porte, finestre, interpareti e divisori in grado di resistere alle fiamme. La realizzazione di porte in vetro di sicurezza resistenti al fuoco è regolamentata da alcuni codici di omologazione che stilano una classificazione in base alla capacità di resistenza al fuoco, individuati dal Decreto del Ministero dell'Interno n° 339 del 30 novembre 1983 e aggiornati in base al Decreto Ministeriale del 16 febbraio 2007.

In particolare, esistono alcune sigle che individuano due principali classi di sicurezza, ossia le vetrate parafiamma RE e le vetrate tagliafuoco REI. Tali sigle sono seguite da un numero che indica il numero di minuti (15, 30, 60, 90, 120 e 180) per i quali è garantita la resistenza indicata. Ma vediamo nello specifico cosa indicano i codici di sicurezza delle vetrate parafiamma o tagliafuoco, che individuano stabilità, tenuta e capacità di isolamento termico del vetro esposto al fuoco:

  • La sigla "R" indica la capacità di un serramento vetrato o cieco di mantenere stabilità per il lasso di tempo specificato;
  • La sigla "RE" indica la capacità di un serramento vetrato o cieco di mantenere stabilità e tenuta per un determinato periodo di tempo;
  • La sigla "REI" indica la capacità di un serramento vetrato o cieco di mantenere stabilità, tenuta e isolamento termico per il periodo di tempo specificato;
  • La sigla "E" indica la capacità di un serramento vetrato o cieco di mantenere integrità, per un dato periodo di tempo;
  • La sigla "EW" indica la capacità di un serramento vetrato o cieco di mantenere integrità per un determinato periodo di tempo, garantendo al contempo il controllo dell'irraggiamento;
  • La sigla "EI" indica la capacità di un serramento vetrato o cieco di mantenere, per il periodo di tempo indicato, stabilità, tenuta e isolamento termico.

Ulteriori approfondimenti vengono sviluppati nel testo dedicato alle vetrate tagliafuoco RE e REI. Inoltre, la vetreria Re è a disposizione per la divulgazione di informazioni più specifiche riguardo le vetrate tagliafuoco RE e REI, che includono dettagli come specifiche tecniche, capacità di resistenza al fuoco e prezzi.