Per garantire un’efficace protezione antincendio specie in ambienti particolarmente soggetti al rischio di propagazione delle fiamme è essenziale utilizzare vetrate parafiamme e tagliafuoco classificate secondo i codici stabiliti dal Decreto del Ministero dell'Interno n° 339 del 30 novembre 1983 e aggiornati in base al Decreto Ministeriale del 16 febbraio 2007. Ma qual è la differenza tra il vetro parafiamma (RE) e il vetro tagliafuoco (REI)? Perché scegliere un tipo di vetro piuttosto che l’altro? In quali ambienti può essere più indicato il vetro parafiamma RE e in quali invece si richiede la protezione delle vetrate tagliafuoco REI?

  • I vetri antincendio resistenti al fuoco appartenenti alla classe di resistenza RE, o vetri parafiamma, in caso di incendio mantengono integre le caratteristiche di resistenza meccanica (R) e sono in grado di opporre resistenza al calore delle fiamme e dei gas caldi (E). la durata della resistenza viene indicata in minuti dal numero posposto alla sigla (15, 30, 60, 90, 120 o 180). Secondo l’aggiornamento del D.M. 16/02/2007 che integra quanto stabilito dalle nuove normative europee, la classe di resistenza delle vetrate RE corrisponde alla nuova sigla E.

Le vetrate parafiamma RE individuano un primo step di sicurezza antincendio, che fa di un vetro di sicurezza un vetro resistente al fuoco. La capacità di resistere al calore evitando l’aumento della temperatura negli edifici e nelle stanze diverse da quella in cui si è innescato il primo focolaio dell’incendio è un primo requisito essenziale per limitare la propagazione dell’incendio da un ambiente all’altro o da un edificio a un altro. I vetri tradizionali, infatti, a causa della loro trasparenza, tendono a lasciar passare calore per irraggiamento diretto, causando notevoli aumenti di temperatura negli ambienti vicini a quelli in cui si è innescato l’incendio, causandone altri in presenza di materiali combustibili rendendo più difficoltosa l'evacuazione dei locali e lo spegnimento dell'incendio.

  • I vetri resistenti al fuoco individuati dalla classe di resistenza REI, o vetri tagliafuoco, oltre a mantenere le caratteristiche di resistenza meccanica (R) e di tenuta alle fiamme ed ai gas caldi (E) in caso di incendio, garantiscono l’isolamento termico (I) del lato esposto al fuoco rispetto a quello non esposto. Oggi chiamate EI, in base alle nuove normative europee, le vetrate tagliafuoco non REI appartengono alla classe più elevata di protezione antincendio: la sigla REI indica infatti il livello massimo di resistenza al fuoco che può essere ottenuto da elementi di compartimentazione, ivi comprese le vetrate, le pareti divisorie in vetro, i serramenti, le porte e le finestre.

Le vetrate tagliafuoco REI uniscono alle caratteristiche parafiamma delle vetrate RE la capacità di garantire elevati livelli di isolamento termico che contribuiscono a garantire la massima sicurezza delle persone, che non rischiano ustioni durante le fasi di evacuazione. Inoltre, l’isolamento termico rispetto alla stanza in cui si è innescato l’incendio protegge dalla propagazione delle fiamme per autocombustione di eventuali elementi infiammabili che, raggiunti dall’elevata energia termica prodotta dall’incendio, potrebbero raggiungere la temperatura di autocombustione scatenando ulteriori focolai di incendio.

Come si è precedentemente accennato, la resistenza al fuoco delle vetrate parafiamma o tagliafuoco viene ulteriormente specificata da un’indicazione numerica che indica il tempo di resistenza dell’elemento all’incendio, secondo sperimentazioni effettuate in laboratorio: i minuti in cui la vetrata mantiene integre le sue caratteristiche di resistenza meccanica, tenuta alle fiamme e ai gas caldi (vetri parafiamma RE) e isolamento termico (vetrate tagliafuoco REI) possono essere 15, 30, 60, 90, 120, 180 minuti. All’aumentare dei minuti di resistenza aumenterà naturalmente anche la classe di resistenza dell’elemento certificato.

Per conoscere ulteriori dettagli relativi alle caratteristiche di sicurezza delle vetrate parafiamma e tagliafuoco RE e REI, è possibile rivolgersi alla Vetreria Re, attiva da oltre 20 anni nella produzione di vetro industriale e strutturale, vetro di sicurezza e vetrate artistiche.