I cristalli temperati, o temprati, vengono realizzati attraverso un particolare trattamento termico detto tempra, che consente di incrementarne fino a quattro cinque volte le caratteristiche di resistenza meccanica e di resistenza allo shock termico. Per ottenere il cristallo temperato è necessario inserire le lastre all’interno di un apposito forno che verrà portato fino alla temperatura di "transizione vetrosa", o di tempra, corrispondente a circa 640 °C, per poi raffreddarla bruscamentetramite getti di aria fredda. Questo procedimento è in grado di causare l'indurimento degli strati superficiali del cristallo, che si contraggono mentre la parte interna, ancora calda, si mantiene viscosa.

cristalli temperati.jpgcristalli di sicurezza temperati.jpgcristalli di sicurezza temp-temprati.jpg
Grazie al trattamento termico, all'interno della lastra di cristallo temperato si scatenano delle tensioni che si oppongono alle forze esterne di flessione e che, in caso di rottura, causano lo sbriciolamento del vetro in minuscoli frammenti smussati e inoffensivi. Quando il cristallo temperato si rompe, infatti, le forze di tensione e compressione presenti all’interno della lastra causano l’immediata formazione di crepe in tutte le direzioni: in questo modo, invece di rompersi in pochi pezzi appuntiti e pericolosi come il vetro, il cristallo temperato si frantuma in tanti piccoli frammenti non taglienti.È proprio a causa di questa caratteristica che il cristallo temperato rientra tra i materiali sicuri per le persone (cristalli di sicurezza) in grado di garantire livelli elevati di sicurezza passiva (safety). Alla sicurezza passiva si aggiunge anche quella attiva (security), ovvero la capacità di proteggere persone e beni da eventuali atti vandalici, tentativi di effrazione, rapina o sfondamento. I cristalli temperati possiedono infatti elevate doti di robustezza e resistenza antisfondamento, che ne fanno eccellenti prodotti antintrusione e antisfondamento, oltre che antinfortunistici. I cristalli temperati si distinguono infatti per le caratteristiche di maggiore resistenza meccanica, robustezza e resistenza alla flessione, agli shock termici e ai tentativi di effrazione.
Le tipiche applicazioni dei cristalli temperati riguardano la realizzazione di elementi architettonici, strutturali e d’arredo, che includono pareti divisorie e interpareti in cristallo, piani di tavoli e tavolini, vetrinette di credenze, porte interne scorrevoli o a battente, box doccia, parapetti, pensiline, divisori fissi e mobili, vetrate, finestrature, mensole scaffali, finestrini di autovetture e molto altro ancora. La Vetreria Re, attiva nel campo della lavorazione del vetro, della progettazione e realizzazione di elementi architettonici e strutturali in cristallo temperato, anche su misura, è a disposizione della sua selezionata clientela internazionale per la realizzazione di elementi strutturali, architettonici o d’arredo in cristallo temperato.