L’inquinamento acustico è un problema che, soprattutto nelle grandi città o nei pressi di grandi stabilimenti industriali, va di pari passo con l’inquinamento atmosferico. Oggi però, grazie ai continui progressi fatti dalla tecnica, è possibile scegliere soluzioni architettoniche in grado di limitare entrambi i problemi con una spesa contenuta. L’installazione di doppi vetri sui serramenti di casa, ma anche per vetrine di negozi o banche, consente infatti di incrementare i livelli di isolamento termico e acustico migliorando l’abitabilità dell’ambiente e riducendo i consumi.

Se infatti da una parte l’istallazione di doppi vetri alle porte e alle finestre di casa permette di attutire i rumori provenienti dall’esterno, contribuendo a migliorare l’isolamento acustico degli interni e di conseguenza aumentando il comfort e la tranquillità domestica, dall’altra parte i doppi vetri consentono anche di potenziare l’isolamento termico, riducendo la necessità di ricorrere a impianti di condizionamento o di riscaldamento e di conseguenza limitando l’emissione di particelle inquinanti a danno dell’atmosfera.

  • Doppi vetri e isolamento acustico

L’inquinamento acustico è un fattore sempre più preponderante nell’edilizia pubblica e privata, così come in campo lavorativo, a causa della sua invasività che può essere fonte di notevoli problemi per la salute dell’uomo. Proprio al fine di arginare il fastidio causato dal rumore è importante abbinare a serramenti in grado di garantire un buon livello di isolamento acustico i giusti vetri applicati a finestre e portefinestre. L’utilizzo dei doppi vetri, in grado di fungere da vera e propria barriera anti-rumore, è particolarmente raccomandabile in tutti quegli edifici posizionati su strade ad alta percorrenza o situati nei pressi di binari del tram, stazioni ferroviarie o aeroporti, così come nelle camere da letto che, invece di affacciare su cortili interni o stradine tranquille in contesti residenziali, danno su arterie trafficate o si trovano al piano terra, rendendo molto difficile il riposo e dunque finendo per causare stress e altri problemi di salute.

I livelli ottimali di isolamento acustico garantiti dai doppi vetri svolgono inoltre una funzione di primaria importanza sul luogo di lavoro: sono soprattutto le fabbriche in cui si svolgono processi di lavorazione particolarmente rumorosi, i locali pubblici e i club in cui viene trasmessa musica a volumi molto elevati anche durante le ore notturne a non poter fare a meno dei doppi vetri per ridurre l’inquinamento acustico nelle zone circostanti e limitare il disagio causato dal rumore. Garantendo un’estetica sempre impeccabile, i doppi vetri applicati dalla Vetreria Re si prestano perfettamente alla realizzazione di vetrine, finestre, portefinestre e vetrate a tutt’altezza in grado di ridurre significativamente i livelli di inquinamento acustico.

  • Doppi vetri e isolamento termico

Ma una funzione di importanza certamente non secondaria svolta dai doppi vetri consiste nell’incremento dei livelli di isolamento termico degli edifici, che contribuisce alla diminuzione dei consumi per riscaldare o rinfrescare gli ambienti, e di conseguenza riduce l’impatto sull’ambiente, moderando l’emissione di particelle inquinanti in atmosfera. Infatti, se per limitare spese e consumi causati dagli impianti di riscaldamento e di condizionamento è importante sostituire i vecchi infissi con serramenti di ultima generazione capaci di incrementare i livelli di isolamento termico, non bisogna dimenticare che la maggiore quantità di dispersione termica viene causata non tanto dagli “spifferi” quanto dal vetro.

Di qui l’importanza di applicare a finestre e portefinestre i doppi vetri, la cui installazione rientra tra l’altro fra le migliorie architettoniche che possono beneficiare di sgravi fiscali stanziati dallo Stato o dalla Regione proprio al fine di ridurre i livelli di inquinamento atmosferico causati dai riscaldamenti. La trasmissione del calore attraverso i vetri tradizionali può infatti arrivare a incidere fino al 30% sui consumi di un edificio. Per questo motivo, quando si decide di sostituire i serramenti per migliorarne la coibentazione, è fondamentale prendere in considerazione anche lo spessore del vetro installato al suo interno, poiché, se non scelto correttamente, sarà questo a procurare la maggiore dispersione di calore.

La dispersione di calore causata dal vetro si verifica secondo due modalità principali, cioè per conduzione o per irraggiamento. Quando si decide quale tipo di vetro installare in un’abitazione privata, in un edificio pubblico o sul luogo di lavoro, per conoscere il livello di isolamento termico che esso garantisce, occorre considerare la sua trasmittanza termica, la trasmissione luminosa e il fattore solare. Dunque, nella scelta dei doppi vetri da montare sui serramenti occorre considerare diversi parametri, e cioè:

  • il valore della trasmittanza termica (TT), che indica la quantità di calore che attraversa 1 mq di vetro con un’escursione termica pari a 1° tra interno ed esterno: a minori valori di trasmittanza termica corrisponde una maggiore capacità isolante da parte del vetro;
  • il valore della trasmissione luminosa (TL), che viene indicata in numeri percentuali e corrisponde alla capacità del vetro di lasciar passare la luce all’interno; il valore ottimale di trasmissione luminosa si attesta intorno all’ 80%;
  • il valore del fattore solare (FS), che indica la quantità di energia solare che attraversa il vetro e il cui valore ottimale si attesta intorno al 40%.

Valori bassi di FS e alti di TL consentono di risparmiare sui consumi energetici per gli impianti di riscaldamento e condizionamento al contempo mantenendo intatta la naturale luminosità dei locali. Quando si decide di installare doppi vetri sui propri infissi è dunque consigliabile orientare la scelta su modelli basso emissivi, in grado di incrementare in modo significativo l’isolamento termico e acustico. La Vetreria Re si occupa da oltre vent’anni della progettazione e realizzazione di doppi vetri in grado di incrementare i livelli di isolamento termico e acustico.